Come si legge la bolletta

1. Lettura del contatore

La lettura periodica del contatore, utile per la determinazione dei consumi, prevede diversi passaggi degli operatori, differenziati in funzione del consumo annuo del contatore stesso:

  • 2 passaggi all’anno, se il consumo è inferiore od uguale a 3.000 metri cubi;
  • 3 passaggi all’anno, se il consumo è superiore a 3.000 metri cubi.

 

Nel caso in cui il contatore non sia accessibile dall’esterno ed il Cliente non sia in casa, l’operatore lascerà una cartolina che indica la possibilità di comunicare l’autolettura da parte del Cliente stesso.

2. Periodicità di fatturazione

La fatturazione dei consumi prevede, ai sensi dell’Art. 38.1 655/2015/R/idr RQSII e ss.mm.ii., la seguente frequenza minima di periodicità di fatturazione:

  • almeno 2 bollette all’anno, con cadenza semestrale, per consumi medi annui fino a 100 mc;
  • almeno 3 bollette all’anno, con cadenza quadrimestrale, per consumi medi annui da 101 fino a 1.000 mc;
  • almeno 4 bollette all’anno, con cadenza trimestrale, per consumi medi annui da 1.001 mc a 3.000 mc;
  • almeno 6 bollette all’anno, con cadenza bimestrale, per consumi medi superiori a 3.000 mc.

L’Utente può verificare il periodo di fatturazione direttamente nel frontespizio della fattura.

Per le utenze condominiali i suddetti consumi di riferimento per la determinazione della periodicità sono riproporzionati in funzione delle unità immobiliari servite.