Perdite occulte Genova

Cosa fare in caso di perdite di acqua occulte

L’utente che ha subito una perdita non visibile, che ha comportato elevati consumi di acqua, potrà essere agevolato nel pagamento del consumo rilevato dal contatore.
Le agevolazioni competono esclusivamente ai titolari di contratto di utenza uso domestico o non domestico, utenze antincendio escluse, che abbiano rilevato una perdita nell'impianto interno privato (cioè a valle del contatore) non visibile; a titolo esemplificativo e non esaustivo non si ritengono fughe occulte perdite visibili quali perdite nei servizi igienici, negli addolcitori, da idranti o impianti di innaffio/irrigazione, da rubinetti in genere. 
Le agevolazioni interessano perdite che abbiano causato consumi anomali superiori al consumo medio annuo dell’utenza.
La riparazione del danno che ha causato la fuga dovrà essere eseguita tassativamente entro 15 giorni dalla data di comunicazione della perdita avvenuta, pena l'esclusione dell'agevolazione. La riparazione dovrà inoltre essere comprovata da presentazione di copia di fattura o altra idonea documentazione attestante la riparazione del guasto.

Come richiedere le agevolazioni
Per avere diritto alle agevolazioni è necessario effettuare le seguenti comunicazioni: 
  • comunicazione tempestiva al Gestore della perdita occulta, per iscritto, a mezzo raccomandata A.R.; 
  • domanda di agevolazione redatta su apposito modulo e sottoscritta dal richiedente, completa di fattura dell'intervento di riparazione. 

Modulo richiesta agevolazioni per perdita occulta

Tempi e modalità di presentazione delle richieste

La comunicazione della rilevazione della perdita deve essere effettuata entro 90 giorni dalla data di emissione della fattura che ha rilevato i consumi anomali a mezzo raccomandata A.R.; la fuga può essere riscontrata in modo autonomo (a seguito di controlli cadenzati del contatore), su segnalazione dell'ente gestore o in seguito al ricevimento della fattura riportante consumi anomali. 
Il modulo della domanda di agevolazione, debitamente compilato e firmato dovrà essere consegnato o inviato a mezzo raccomandata A.R. entro 15 giorni dalla riparazione. 

Misura delle agevolazioni

L’agevolazione consiste nella rifatturazione del quantitativo anomalo secondo le seguenti modalità:

Per il servizio di acquedotto:

  • per l’uso domestico e non domestico: ai consumi oltre il consumo medio annuo è applicata la tariffa agevolata per le utenze domestiche; 
  • per l’uso pubblico comunale e impianti sportivi soggetti a tariffa ridotta: ai consumi oltre il consumo medio annuo è applicato uno sconto pari al 10% della propria aliquota;
  • per gli usi agricolo, zootecnico e frantoi: ai consumi oltre il consumo medio annuo è applicato uno sconto pari al 15% della propria aliquota;
  • per le utenze con un consumo legato alla stagionalità: l’agevolazione sarà applicata ai consumi oltre il consumo medio storicamente rilevato pari periodo.

 

Per il servizio fognatura e depurazione: 

Il quantitativo di metri cubi eccedente il consumo medio annuo è azzerato.
Nel caso in cui l’utente sia in regola con i precedenti pagamenti, antecedenti il consumo anomalo, il Gestore, fatto salvo diversa richiesta dell’utente, propone un piano di rateizzazione da concordare con l’utente stesso fino ad un massimo di 12 rate mensili.
L’agevolazione è concessa esclusivamente in fattura, una sola volta ogni due anni, e solo per il quantitativo di acqua consumato fino alla riparazione della perdita.
Eventuali casi di ripetuti consumi anomali nell’arco del biennio, a richiesta dell’utente, potranno essere oggetto di valutazione da parte del Gestore secondo i criteri di cui sopra, con l’assistenza  dell’E.G.A..