Perdite occulte area Emilia

Cosa fare in caso di perdite di acqua occulte

Il Cliente che ha subito una perdita non visibile, che ha comportato elevati consumi di acqua, potrà essere esentato dal pagamento dell'intero consumo rilevato dal contatore e sostenere solo i costi del proprio consumo medio, maggiorati di una percentuale limitata. 
Tale maggiorazione è dovuta a parziale compensazione di un utilizzo effettivo della risorsa e serve inoltre come monito al controllo frequente del contatore, per verificare il buon funzionamento dell'impianto. 
Le agevolazioni competono esclusivamente ai titolari di contratto di utenza uso domestico o non domestico, utenze antincendio escluse, che abbiano rilevato una perdita nell'impianto interno privato (cioè a valle del contatore) non visibile; a titolo esemplificativo e non esaustivo non si ritengono fughe occulte, perdite visibili quali perdite nei servizi igienici, negli addolcitori, da idranti o impianti di innaffio/irrigazione, da rubinetti in genere. Le agevolazioni interessano perdite che abbiano causato consumi superiori al 30% del consumo medio dell'utenza. 
La riparazione del danno che ha causato la fuga dovrà essere eseguita tassativamente entro 15 giorni dalla data di comunicazione della perdita avvenuta, pena l'esclusione dell'agevolazione. 
La riparazione dovrà inoltre essere certificata tramite fattura dell'intervento di sistemazione

Come richiedere le agevolazioni

Per avere diritto alle agevolazioni è necessario effettuare le seguenti comunicazioni: 

  • comunicazione tempestiva al Gestore della perdita occulta, per iscritto, a mezzo raccomandata A.R. ; 
  • domanda di agevolazione redatta su apposito modulo e sottoscritta dal richiedente, completa di fattura dell'intervento di riparazione. 
  • in caso la riparazione venga effettuata dal Cliente, occorre compilare l'autodichiarazione e il Gestore provvederà ad effettuare un sopralluogo, concordando tempi e modi con l'utente

 Modulo domanda agevolazione per perdita occulta

Autodichiarazione 

Tempi e modalità di presentazione delle richieste

La comunicazione della rilevazione della perdita deve essere effettuata entro 20 giorni dal riscontro della stessa a mezzo raccomandata A.R.; la fuga può essere riscontrata in modo autonomo (a seguito di controlli cadenzati del contatore), su segnalazione dell'ente gestore o in seguito al ricevimento della fattura riportante consumi anomali. 
Il modulo della domanda di agevolazione, debitamente compilato e firmato dovrà essere consegnato o inviato a mezzo raccomandata A.R. entro 15 giorni dalla riparazione. 
Le utenze domestiche potranno beneficiare di una esenzione del pagamento dei consumi senza limite di importo. Per le utenze non domestiche e per le utenze comunali l'esenzione del pagamento dei consumi non potrà essere superiore a € 10.000

Misura delle agevolazioni

L'agevolazione consiste in una esenzione dal pagamento dei consumi effettivi e l'importo totale a carico del Cliente viene così definito: 

  • per le utenze domestiche e non domestiche con consumi medi inferiori a 200 mc/anno si applica, alle normali tariffe in vigore, un addebito forfettario di un consumo pari alla media annua, maggiorata del 30%; 
  • per le utenze non domestiche con consumi medi superiori a 200 mc/anno viene fatturato il consumo medio dell'utenza applicando le normali tariffe in vigore del servizio idrico integrato a cui viene aggiunto l'addebito del consumo eccedente alla tariffa base dell'acquedotto. 

 

Il beneficio si applica: 

  • nel caso di riscontro della fuga al ricevimento di una bolletta riportante consumi anomali, a far data dall'inizio del periodo di riferimento della bolletta stessa; 
  • nel caso di segnalazione da parte del Gestore o di riscontro autonomo della fuga, in corrispondenza dell'ultima lettura reale fatturata, sia essa effettuata dal gestore o autolettura. 

 

Il Cliente potrà beneficiare dell'esenzione del pagamento dei consumi per perdita occulta una sola volta nell'arco di un biennio