Utenze Raggruppate

Ai sensi dell’Articolo 1.1 della Delibera ARERA 218/2016/R/idr, “Disposizioni per l’erogazione del servizio di misura del servizio idrico integrato a livello nazionale” (TIMSII), così come integrata e modificata dalla Delibera 609/2021/R/idr, l’utenza raggruppata o condominiale è l’utenza finale servita da un unico punto di consegna che distribuisce acqua a più unità immobiliari.

Gli utenti destinatari finali del servizio erogato all’utenza condominiale sono definiti indiretti e coincidono con le unità immobiliari sottese al contratto di fornitura di uno o più servizi del Servizio Idrico Integrato.

 

Applicazione TICSI per utenze raggruppate:

L’Autorità di Regolazione per l’Energia Reti e Ambiente (ARERA), con Deliberazione 665/2017/R/IDR (cosiddetto TICSI), ha indicato i nuovi criteri tariffari da applicare agli utenti finali del Servizio Idrico Integrato. In particolare, per le utenze domestiche residenti, comprese le utenze indirette sottese alle utenze condominiali, è stata prevista l’introduzione di una fascia di consumo agevolata (in metri cubi/anno), determinata sulla base della effettiva numerosità dei componenti il nucleo familiare.
Nel caso delle forniture condominiali, ai fini della corretta applicazione della tariffa del Servizio Idrico Integrato, è necessario che il rappresentante legale del Condominio (Amministratore condominiale) o l’intestatario della fornitura condominiale comunichino il numero delle unità immobiliari afferenti ai nuclei familiari domestici residenti, con il relativo numero dei componenti, nonché eventuali ulteriori unità immobiliari con usi diversi dal domestico residente.
Tale comunicazione deve essere effettuata utilizzando l’apposito modulo, che potrà essere rispedito con le modalità indicate in calce al modulo stesso.
Qualora il Gestore non disponga delle informazioni necessarie, continuerà a considerare l’utenza domestica residente tipo composta da tre componenti, fino al completamento del set informativo.

Tool utenze raggruppate e nota esplicativa:

Ai sensi dell’Art. 21.2 dell’Allegato A alla Delibera ARERA 218/2016/R/idr (TIMSII), integrato e modificato dalla Delibera 609/2021/R/idr, si mette a disposizione uno strumento di calcolo per la ripartizione degli importi fatturati a ciascuna utenza indiretta secondo i criteri stabili nel TICSI ed il relativo manuale d’uso. 

Tool utenze raggruppate

Nota esplicativa tool utenze raggruppate

Bonus Idrico per utenze raggruppate:

Dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico sono riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi debbano presentare domanda.
Sarà sufficiente che ogni anno, a partire dal 2021, il cittadino/nucleo familiare che usufruisce di una fornitura condominiale idrica attiva presenti la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l'attestazione ISEE utile per le differenti prestazioni sociali agevolate (es.: assegno di maternità, mensa scolastica, bonus bebè ecc.).
Se il nucleo familiare rientrerà in una delle tre condizioni di disagio economico (previste dalla normativa di settore) che danno diritto al bonus, l'INPS invierà i suoi dati (nel rispetto della normativa sulla privacy) al Sistema Informativo Integrato (SII), gestito dalla società Acquirente Unico, che incrocerà i dati ricevuti con quelli relativi alle forniture di acqua, permettendo di erogare automaticamente i bonus agli aventi diritto.
Nel caso di forniture indirette il bonus sociale idrico viene erogato entro 60 giorni dalla conclusione con esito positivo delle verifiche di ammissibilità da parte del Gestore Idrico territorialmente competente, con assegno o altra modalità extra-bolletta individuata dal medesimo Gestore.
Per ulteriori approfondimenti La invitiamo a visitare la pagina